energy landscape observatory civilscape

Chi siamo

Siamo nati nel 1994 come Osservatorio Beni Culturali e Ambientali del Biellese. Nel 1998 quella sinergia spontanea tra associazioni è diventata una organizzazione non-profit con un suo statuto. Siamo nati come ente di secondo livello, quindi un’associazione di associazioni che rappresentano la società civile.

Siamo un Osservatorio del Paesaggio bottom-up, nato dal basso, dall’iniziativa di persone già impegnate nel non-profit e nella cittadinanza attiva. Non siamo un ente top-down, creato dalle istituzioni per legge. La differenza tra Osservatori bottom-up e top-down la spieghiamo nella pagina delle Reti.

Dal 1994 al 1998, l’Osservatorio ha funzionato come punto di collegamento tra gli esperti di storia locale, gli attivisti delle associazioni ambientaliste e i rappresentanti di enti che operavano nel campo dei beni culturali e ambientali, svolgendo tre funzioni:

  1. essere sede di confronto e coordinamento;
  2. offrire servizi di supporto alle attività delle associazioni;
  3. dare vita a un calendario di incontri pubblici su argomenti di rilievo.

La partecipazione alla prima Conferenza Nazionale per il Paesaggio nel 1999 è stata un passaggio cruciale. Da quel convegno, organizzato a Roma dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, l’Osservatorio ha cominciato a sincronizzare la sua attività coi principi della Convenzione Europea del Paesaggio, il cui testo sarebbe stato approvato in via definitiva dal Consiglio d’Europa nel 2000 a Firenze. Da allora la Convenzione è diventata l’ossatura portante di tutte le nostre azioni. Da allora è cominciato il nostro impegno per la comunicazione, la sensibilizzazione, la partecipazione attiva sui temi del paesagggio. Da allora, ispirandoci al rivoluzionario concetto di paesaggio introdotto dalla Convenzione Europea, siamo convinti che “paesaggio è tutto, paesaggio è tutti“.

Con la riforma dello statuto del 2009, il nome è cambiato in Osservatorio Biellese Beni Culturali e Paesaggio onlus.

Oggi l’Osservatorio ha 20 soci, la maggior parte dei quali sono associazioni, ma ci stiamo aprendo anche all’adesione di persone singole. E questa sarà la strada del futuro.

A giugno 2019 sono soci dell’Osservatorio Biellese Beni Culturali e Paesaggio:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: